Data la relativa novità degli activity tracker che hanno fatto la loro prima comparsa sul mercato degli accessori per sportivi e tipi dinamici da non molto, può essere difficile capire quale modello possa adattarsi meglio alle proprie esigenze. Per quanto vi siano brand più affermati di altri, a cui affidarsi, quali Fitbit o Apple, stanno spuntando altre opzioni fra cui scegliere, soprattutto se si è disposti a provare nuovi marchi, in tal caso la caccia si allarga a dozzine di modelli fra cui poter scegliere. Per restringere la ricerca esistono diversi accorgimenti in grado di scremare la scelta individuando la propria preferenza fra determinati criteri e requisiti, per essere facilitati nella scelta si può accedere a questa homepage di notizie e offerte sui migliori activity tracker.

Ad esempio, se si desidera utilizzare il dispositivo principalmente per attività di fitness e connettività (o entrambi) potrà bastare un modello basico, se invece si ha bisogno di un activity tracker che sia impermeabile, buono per l’ascolto della musica e in grado di interfacciarsi con altri dispositivi e supportare varie app dedicate, il discorso cambia, ed anche il prezzo. Se, come si suppone data la comparsa relativamente recente del prodotto, non si ha tutta questa conoscenza sull’argomento, ci si potrà aiutare leggendo le tante recensioni che circolano in rete, in grado di raffrontare in modo rapido e il più delle volte attendibile i migliori tracker suddivisi per opzioni e attività fino a trovare quello che più di ogni altro riassumerà tutte le caratteristiche e gli optional voluti, adattandosi al proprio stile di vita in movimento e al proprio modo di concepire il rapporto fra corpo e strumento.

L’activity tracker più adatto potrà fornire una visione accurata, completa e di agile comprensione della propria salute e condizione fisica, sia in corsa che sulla bici, sia nuotando che da fermi. Si potrà misurare la frequenza cardiaca in qualsiasi momento o semplicemente contare i propri passi durante una passeggiata, una maratona o semplicemente facendo footing. Purtroppo, capita spesso che si spenda più del dovuto per l’acquisto di un modello pluri-accessoriato che, in realtà, serve a poco, nel senso che è dotato di un pacchetto di funzionalità che non si usano quasi mai, peggio se si acquista un dispositivo che collide con il proprio modo di allenarsi.